QUESITO:
 
Mandaci il tuo quesito, ti risponderemo in brevissimo tempo

L'avvocato è

Domande frequenti

  • Cosa significa separazione con addebito?
    Si ha separazione con addebito quando il Giudice del Tribunale competente pronuncia sentenza di separazione giudiziale “addebitando” la colpa della separazione ad uno dei coniugi. Conseguenze possono essere il pagamento delle spese di giudizio del coniuge non colpevole e comunque si perdono i diritti di successione al coniuge non colpevole.

  • Cos’è il “divorzio veloce”? 
    E’ entrata in vigore nel dicembre 2014 la legge che permette ai coniugi separati di rendere il divorzio dinanzi al Sindaco, a condizione che non vi siano figli minori e/o invalidi e non siano pendenti questioni economiche fra i coniugi. E’ veloce ed ha il semplice costo dei diritti di Segreteria comunale (poche decine di euro).

  • Il coniuge separato mantiene i diritti all’eredità dell’altro coniuge?
    Il coniuge separato legalmente mantiene gli stessi diritti all’eredità dell’altro coniuge, come se non fosse separato, a condizione che non sia stata pronunciata sentenza giudiziale di addebito della separazione.

  • Quando cessa l’obbligo di contributo al mantenimento del figlio maggiorenne?
    Viene a mancare l’interesse del figlio maggiorenne, destinatario dell’assegno di mantenimento, a percepirne il pagamento, in ragione del raggiungimento della sua indipendenza economica.

  • Dopo quanti canoni non pagati è possibile chiedere lo sfratto per morosità?
    Dipende dagli accordi contrattuali; la legge (art. 5 L. 392/1978) prevede il decorso di venti giorni dalla scadenza prevista dal contratto. Tuttavia il Giudice puo’ sempre concedere, se esistono condizioni di difficoltà economica, un “ termine di grazia” fino a un massimo di tre mesi.

  • Cos’ è il contratto di lavoro a “ tutele crescenti”?
    La legge n. 183 del dicembre 2014 che ha istituito il jobs act, tutela il licenziamento illegittimo stabilendo un’indennità a carico del datore di lavoro pari a due mensilità per ogni anno di servizio, in misura comunque non inferiore a 4 e non superiore a 24 mensilità. Ciò significa che in caso di licenziamento illegittimo è maggiormente tutelato chi ha più anni di servizio.

  • In caso di condanna per guida in stato di ebbrezza è sempre possibile svolgere il lavoro di pubblica utilità?
    Non sempre: è necessario che non vi sia stato incidente stradale, anche lieve, ed è possibile non più di una volta.  

  • Quando si prescrive il diritto a chiedere i danni derivanti da incidente stradale?
    Il diritto si prescrive in 2 anni. In ogni caso il danneggiato decade dal diritto qualora la richiesta di risarcimento non venga presentata entro 3 mesi dal fatto dannoso (art. 2947 C.C.).

Privacy | Note Legali

Avv. Claudia Lusa - Via Turchia 20, Conselice (RA) - C.F.: LSUCLD57E71C963P - P.IVA: 00921910394 - Polizza UnipolSai n. 1/2514/122/107224874

Copyright 2015 by MADA Service